DSCN5194

E’ nel 2000 che Incontro fra i Popoli avvia il filone operativo del Sostegno a Distanza (SaD), non più chiamato “adozioni a distanza”, per rispetto verso i veri genitori adottivi e gli animatori dei centri di accoglienza, che effettivamente sul posto si prendono cura del bambino bisognoso. Nel corso del 2002, Incontro fra i Popoli riformula e migliora la sua proposta: non più solo bambini, ma anche famiglie bisognose, associazioni che gestiscono opere sociali ed infine comunità, gruppi, enti che si propongono la realizzazione di piccoli e puntuali progetti di sviluppo. Nel 2002 IfP si iscrive al ForumSaD, inserendosi così nei circuiti nazionali garanti dell’etica e della trasparenza delle associazioni dedite al sostegno a distanza. A gennaio 2010 IfP aderisce alle Linee Guida per il sostegno a distanza di minori e giovani, approvate dall’Agenzia per le Onlus nel 2009. Tali Linee Guida sono un quandro di riferimento teorico di principi e regole che delineano degli standard operativi per le organizzazioni che operano nel SaD, e che mirano a tutelare sia il sostenitore, sia il beneficiario della donazione, sia, infine, l’operato dell’organizzazione no profit. L’adesione a tale documento comporta per IfP alcuni impegni quali la redazione di adeguati documenti contabili, la definizione chiara dei progetti e dei rapporti sostenitore-beneficiario.

Incontro fra i Popoli propone il “Sostegno a Distanza”, un contributo economico che unisce chi è più fortunato con chi si trova a vivere in un paese impoverito.